lunedì 4 dicembre 2017

PENSIONI A 67 ANNI? I NO DELLA CGIL


SABATO 2 DICEMBRE MIGLIAIA DI LAVORATORI HANNO RISPOSTO ALLA CHIAMATA DELLA CGIL SULLA PARTITA DELLE PENSIONI.

UNITARIAMENTE CIRCA UN ANNO FA CON CISL E UIL SI ERA PRESENTATA UNA PIATTAFORMA AL GOVERNO CHE PREVEDEVA , FRA LE ALTRE COSE, UNA FINESTRA DI USCITA FRA I 62 E I 67 ANNI DI ETA'.



PURTROPPO, ALLA LUCE DELL'ACCORDO DELLA SCORSA SETTIMANA SOLO LA CGIL NON HA RITENUTO DI APPROVARE UNA MISURA, QUELLA SULLE PENSIONI, CHE PREVEDE PER TUTTI(ESCLUSE 15 CATEGORIE CHE AVRANNO UN BENEFICIO SI SOLI 5 MESI!?!) DI ANDARE A 67 NEL 2019 E POI OLTRE NEL FUTURO INDICIZZANDO IL TUTTO ALLA SPERANZA DI VITA.
COSI FACENDO È CHIARO CHE SI ANDRÀ IN PENSIONE DA VECCHI E CHE PER I GIOVANI NON C'È SPAZIO... UN CONTROSENSO ASSOLUTO.

LA CGIL STA INCONTRANDO I GRUPPI PARLAMENTARI, NEL FRATTEMPO CHIEDE A DELEGATI ISCRITTI E LAVORATORI DI SOSTENERE LA CAMPAGNA PER UNA USCITA DAL LAVORO DIGNITOSA PER TUTTI, AD UNA ETÀ POSSIBILE E TENENDO CONTO DEL TIPO DI LAVORO E CARRIERA.

CI SARANNO NUOVI SVILUPPI IN TAL SENSO. 
VI TERREMO AGGIORNATI



parcheggi ASUIUD, siamo male!

Abbiamo prima segnalato alla RSU e con richiesta formale all'ASUIUD di rivedere la questione dei parcheggi nel loro complesso. I dipendenti si trovano nella difficoltà doppia: trovare un posto auto e in più gli si chiede di pagare!!! 

mercoledì 11 ottobre 2017